Home Cronaca “SIETE BIANCHI DI M…” E AGGREDISCE I CARABINIERI DI VENTIMIGLIA, MA PER...

“SIETE BIANCHI DI M…” E AGGREDISCE I CARABINIERI DI VENTIMIGLIA, MA PER LEI FINISCE MALE…

SHARE
Loading...

“Siete degli sporchi bianchi di merda”. Questa è soltanto una delle frasi a sfondo razzista con cui una ecuadoriana di 23 anni, ha aggredito, nella tarda serata di ieri, i carabinieri di Ventimiglia, accorsi su chiamata degli abitanti, dopo che la stessa aveva già picchiato una ragazza di 18 anni e il suo amico di 19 anni e la madre di quest’ultimo che tentava di difendere il figlio.

Una serata di follia che si è consumata, in corso Genova, nella città di confine, con la sudamericana, abitante a Bordighera e già nota alle forze dell’ordine per episodi similari, che ha assalito per strada una comitiva di giovani che stava tranquillamente passeggiando.

Ma le frasi a sfondo razzista, proferite pure nei confronti dei giovani italiani, evidentemente non bastavano. A quel punto, la giovane straniera è passata alle vie di fatto. E dopo aver afferrato con violenza al collo la diciottenne, ha preso a pugni l’amico diciannovenne. E non finisce qui.

Le forti urla della sudamericana, unitamente alle grida dei giovani, hanno scosso tutto il quartiere e a quel punto sono scesi da casa i genitori del ragazzo. Pochi istanti è stata aggredita pure la madre di quest’ultimo. Per fortuna, sono giunti i carabinieri che sono stati costretti ad ammanettarla, in quanto non era più possibile gestire la sua furia. Alla fine, pure i militari sono stati ricoperti con insulti razzisti e ingiurie di ogni genere, così come i soccorritori e tutta la gente del quartiere, affacciata alle finestre o ferma per strada.

Portata in caserma la ventitreenne, che probabilmente deve aver agito sotto l’effetto di qualche stupefacente, ha continuato a dare di matto e alla fine è stata arrestata. Deve rispondere di lesioni gravi e resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Accompagnate al pronto soccorso, le due donne aggredite hanno riportato: la distrazione e distorsione cervicale, con ecchimosi diffuse e contusioni multiple, pari a venti giorni di prognosi per ciascuna; mentre il ragazzo se la caverà con dieci giorni per traumi escoriativi al polso e alla mano.

Facebook Comments
Loading...