RAPITA E STUPRATA DAL BRANCO A POCHE ORE DALLE SUE NOZZE! UN INCUBO DURATO 6 ORE -FOTO

Loading...

RAPITA E STUPRATA DAL BRANCO A POCHE ORE DALLE SUE NOZZE! UN INCUBO DURATO 6 ORE

Rapita, stuprata dal branco e lasciata in una pozza di sangue poche ore prima delle sue nozze. E’ la tragica storia di Terry Gobanga.

I fatti risalgono al 2005, ma solo oggi la donna ha trovato la forza e il coraggio per raccontare come quello che doveva essere il giorno più bello della sua vita si è trasformato in un incubo. “Ero sicura che sarei morta”, dice.

Terry avrebbe dovuto sposare il suo fidanzato Harry in una chiesa di Nairobi, in Kenya. Ma la sorte le ha riservato una sorpresa a dir poco spiacevole. La mattina delle sue nozze, dopo che aveva accompagnato un’amica a una fermata del bus, tre uomini le si sono avvicinati e l’hanno rapita.

“Mi hanno messo un pezzo di stoffa in bocca per evitare che urlassi – ricorda lei stessa con i colleghi dell’Independent – . Ho provato a difendermi e a liberarmi, ma è stato inutile. Quando sono riuscita a togliermi quel fazzoletto, ho gridato: ‘È il giorno delle mie mie nozze!’. Poi uno di loro mi ha colpito, dicendomi: ‘Collabora o muori’”.

I rapitori l’hanno minacciata di morte e stuprata a turno nella loro automobile con un coltello puntato dietro la schiena, quindi abbandonata in un bosco. Solo dopo sei ore sono arrivati i soccorsi che l’hanno trovata nuda, coperta di sangue e in stato di choc.

Nel frattempo tutti gli invitati erano in chiesa ad aspettarla, tra la preoccupazione e il sospetto che avesse cambiato idea all’ultimo minuto… Purtroppo la vita di Terry non è stata facile nemmeno dopo: ha impiegato parecchio tempo per superare il trauma, e l’uomo che ha sposato sette mesi più tardi è morto una settimana dopo le nozze per un’intossicazione da monossido di carbonio.

Nel 2007 la donna si è risposata ed è riuscita – con tutta la fatica che è facile immaginare – a ricostruirsi una vita. Qualche anno fa, poi, nonostante i medici le avessero detto che le coltellate subìte l’avevano resa sterile, è riuscita ad avere due bambine. “Ho perdonato quegli uomini”, dice. “Non è stato facile, ma solo così ho potuto liberarmi di quell’incubo”.

Facebook Comments
Loading...