Incredibile ma vero: “Guarda quella come è vestita” “Poi si lamentano e fanno i titoloni sui giornali” Storia vera

Loading...

Sconcertante quello che è successo su un autobus di linea dove due autisti hanno iniziato un discorso che mi ha lasciato scosso.

L’indice di quanto ci sia qualcosa di profondamente marcio nei rapporti uomo-donna in Italia è perfettamente spiegato da una cosa che mi è successa un paio di giorni fa.

Stavo alla fermata del bus sotto casa per andare a prendere Jr, che torna a casa dai suoi giri, prendo il bus al volo e mentre l’autobus riparte sento l’autista parlare con un collega in borghese:
– “guarda là come vanno in giro ste ragazzine… chiaramente se succede qualcosa la colpa poi è sempre nostra, poi fanno i titoloni sui giornali e sono sempre povere vittime…”

[il socio annuisce]
[mi infilo nella discussione in scivolata e con tutto il candore che riesco a simulare chiedo]
+ “Ma dice la ragazza che sta entrando nel portone in questo momento?”
– “eh si”
+ “Ahhhh la mia ragazza quindi!

– [facce che cambiano colore instant] – “guardate, appena torno a casa glielo dico di non mettere più leggins e t-shirt in pieno giorno in una strada trafficata, dovesse incontrare qualcuno come lei finire in cronaca nera è un attimo.

Buona giornata e buon lavoro

Scendo dal bus davanti alla scuola di Jr con la sensazione contrastante di non sapere se c’è qualcosa di sbagliato in quello che ho detto o in quello che ho sentito.

Quello che è certo è che certe cose non passano solo per la testa di certi devianti sociali disadattati, sono in mezzo a noi, parlano con noi tutti i giorni e non li si distingue dalla gente normale.

Di Stefano Modica per Informazione Diretta

Facebook Comments
Loading...